notizie crociere

IL BLOG DI CROCIERISSIME
Home > DESTINAZIONI > Mediterraneo Occidentale > Barcellona > Barcellona in 1 giorno: cosa non perdere

Barcellona

Barcellona in 1 giorno: cosa non perdere

Barcellona in 1 giorno: cosa non perdere
marzo 29
17:46 2016

Barcellona è tappa di moltissime crociere nel Mediterraneo: ecco che cosa vedere durante un’escursione di una giornata nella incredibile capitale catalana.

Cosa fare a Barcellona in 1 giorno

Sagrada Familia

Il biglietto costa circa 13 euro: ci sarà coda, quindi meglio venirci di mattina presto, se possibile. Questa chiesa in perenne costruzione, opera di Gaudì, famoso architetto che ha reso Barcellona la città d’arte che è oggi agli occhi del mondo, richiede circa 2 ore di visita: l’interno vi sembrerà un bosco incantato. Non perdetevi, mi raccomando, nemmeno la cripta al piano inferiore.

Sagrada Familia, Barcellona

Casa Battlò

Altra opera di Gaudì da togliere il fiato: di proprietà privata, l’ingresso alla casa costa circa 20 euro ma li vale tutti, soprattutto se siete amanti dell’architettura e dell’arte in generale. Dal piano terra fino alla terrazza, il percorso con l’audio-guida vi condurrà nella storia della famiglia Battlò tra forme fluide, mosaici specchianti e oggetti di design.

Barcellona: Casa Battlò

La Rambla e il Mercato della Boqueria

Percorrete il viale pedonale che da Placa de Catalunya porta al mare: eccovi sulla Rambla tra banchi dei fiori e artisti di strada. A metà della via, scendendo verso il mare, sulla destra troverete il famosissimo mercato gastronomico della Boqueria. Qui dovete pranzare o fare merenda assaggiando le tipiche prelibatezze catalane. A voi la scelta tra tapas (tartine con salse, in stile aperitivo), churros (dolci fritti in pastella), succhi di frutta e macedonia dai colori tropicali… Troverete di tutto! È aperto dalle 6 del mattino alle 9 di sera.

Boqueria, Barcellona

Barrio Gotico

È il centro storico, cuore della città, dove hanno sede la Cattedrale (ingresso gratuito) e il suo chiostro con le oche bianche, e il Palazzo Reale. E dove troverete ottimi posticini in cui assaggiare le famose tapas. Fate due passi tra i vicoli, è qui che si nasconde la Barcellona più autentica.

Park Guell

Il museo a cielo aperto dell’ormai noto Gaudì: una terrazza sulla città, un parco (oggi a pagamento) dove rilassarvi lontano dal centro seduti su panchine dai colorati mosaici, sotto a portici dalle mura oblique, accanto ad enormi lucertole in pietra. Lo stile è inconfondibile e vi sembrerà di essere in un’altra dimensione. Non a caso è il mio posto preferito a Barcellona.

Park Guell, Barcellona

Mercato di Santa Caterina

Infine, è questo il posto dove mangiare un’ottima paella o la fideuà (la prima a base di riso e pesce, la seconda con pasta e pesce, talvolta anche pollo). Qui si trova infatti il ristorante Cucine Santa Caterina: siamo in una traversa di Via Laietana e il mercato da fuori è facilmente riconoscibile per il suo tetto mosaicato e variopinto. Gli arredi in legno, le piante a decorare spazi verticali e la cucina a vista lo rendono un locale di tendenza dove è consigliabile non arrivare troppo tardi. Oltre alla cucina mediterranea, anche quella catalana, messicana e giapponese.

Autore

Silvia Cartotto

Silvia Cartotto

Freelance Travel Blogger & Web Marketing Consultant. Scrivo di viaggi al femminile e romanticherie su thegirlwiththesuitcase.com

0 Commenti

Ancora nessun commento!

Al momento non ci sono commenti, desideri inserirne uno?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

Seguici su

Widget Crociere
Ricerca Crociere

Seguici su Twitter

Seguici su Instagram

Crocierissime Instagram
Sorry:

- Instagram feed not found.

Archivi

Categorie