notizie crociere

IL BLOG DI CROCIERISSIME
Home > NEWS COMPAGNIE > Costa Crociere > Il mare più blu? In Grecia con Costa Crociere

Costa Crociere

Il mare più blu? In Grecia con Costa Crociere

Il mare più blu? In Grecia con Costa Crociere
luglio 17
16:31 2015
4
SHARES

Il mare più blu che abbia mai visto in tutta la mia vita? Sicuramente quello della Grecia e  in crociera dal balcone della mia cabina su Costa Fortuna, lo spettacolo era ancora più unico. Ma andiamo per ordine. Voglio raccontarvi l’itinerario di viaggio della crociera nelle Isole Greche dall’inizio, senza farvi mancare i dettagli più interessanti.

1

Vista ultimo ponte Costa Fortuna

Il porto di partenza per le crociere del Mediterraneo Orientale è la bellissima Venezia. Generalmente le navi salpano al tramonto ed il mio consiglio è arrivare in laguna con un giorno di anticipo, a maggior ragione se non ci siete mai stati: avrete il tempo di passeggiare tra calli e ponti alla scoperta della città più romantica che tutto il mondo ci invidia. Quest’anno, tra l’altro, coincide con la 56° ed. della Biennale d’Arte di Venezia, un’occasione da non perdere per gli appassionati ma non solo ( www.labiennale.org). Il momento in cui la nave lascia Venezia è tutto da godere dall’ultimo ponte: attraversando il Canal Grande potrete ammirare la città lagunare da un’angolazione privilegiata.

8

Venezia, Canal Grande

Navigando lungo il mare Adriatico si raggiunge il tacco d’Italia: la Puglia, in particolare Bari. Io ho scelto un’escursione guidata che mi ha permesso una breve visita della celebre basilica di San Nicola, eccellente esempio di architettura romanica, per poi raggiungere la caratteristica cittadina di Alberobello con pochi chilometri di viaggio. Qui, tra numerose stradine bianche circondate dai trulli, le tipiche case coloniche costruite con pietre a secco è possibile conoscere da vicino l’antica vita in queste abitazioni e fare un po’ di shopping acquistando specialità pugliesi. Fino al 2 Agosto alla bellezza di Alberobello si aggiunge il Light Festival, contenitore di diversi spettacoli, videomapping e installazioni luminose multimediali, sparsi nella zona Monti dei Trulli di Alberobello (www.alberobellolightfestival.com).

 

Lasciata la Puglia la vista spazia sul mare aperto alla volta della Grecia. La prima tappa è a Katakolon, piccolo porto turistico che permette l’accesso agli scavi di Olimpia. Patrimonio dell’Unesco dal 1989, Olimpia è conosciuta in tutto il mondo come sede dei giochi olimpici, che si sono svolti ogni 4 anni a partire dal 776 a. C., e luogo di culto di grande importanza. Chiamata anche la Valle degli Dei, Olimpia già nel X secolo a. C. divenne il centro del culto di Zeus e i resti di antichi templi, teatri e monumenti ne sottolineano l’importanza.

 

Ma sono le Isole Greche, la mia meta tanto attesa. In particolare sono sempre stata curiosa di visitare Santorini per via di una leggenda che la vorrebbe “l’Atlantide perduta”. Arrivare a pochi chilometri da quest’isola in nave è un’esperienza senza eguali: si ammirano le scogliere che si stagliano imponenti su un mare dalle mille sfumature di blu….un arrivo davvero emozionante. La nave resta in rada e si raggiunge il vecchio porto dell’isola con le scialuppe. Da qui per raggiungere la cittadina di Fira si puà utilizzare una veloce e comoda teleferica che in pochi minuti porta dal punto più basso al punto più alto dell’isola regalando panorami mozzafiato. Giunti a Fira non c’è che l’imbarazzo della scelta in quanto ad escursioni: dalla spiaggia all’arte al tempo libero. Io ho noleggiato un quad e ho raggiunto un paio di spiagge della zona.

5

Vista da Fira, Santorini

3

Fira, Santorini

4

Gita sul quad intorno a Fira

2-1

I tetti tipici di Santorini

La stessa sera, Costa Fortuna ci porta nella vicina isola di Mykonos, celebre per la sua movida ma anche per i suoi tramonti infuocati. Il mio consiglio è: scegliete uno tra i mille locali dove servono un aperitivo ma che abbia una buona vista sul mare: vi regalerete un tramonto che non potrete mai più dimenticare. E quando si sarà fatto buio potrete decidere se lanciarvi nella mischia o fare shopping nelle caratteristiche boutique. La nave salpa a tarda notte!

6

I mulini a vento di Mykonos

7

Tramonti a Mykonos

La mattina successiva ci si risveglia di nuovo nell’Adriatico, in una perla croata: Dubrovnik. Il miglior modo per gustarsi i tanti scorci di Dubrovnik è spostarsi a piedi, immergendosi nelle romantiche atmosfere delle sue stradine lastricate in pietra, ammirando la bellezza degli innumerevoli monumenti di grande importanza storica ed esplorando a fondo l’ampia offerta gastronomica della città. È consigliato fare un salto per la via più famosa della città, lo Stradun, per ammirare le visuale ed i monumenti presenti sulla strada e poi fermarsi a visitare le tante e bellissime chiese, come la Cattedrale della Chiesa di San Biagio.

 

La crociera verso le Isole Greche a bordo di Costa Fortuna sta volgendo al termine e mi riporta nella bella Venezia. E’ stata un’indimenticabile esperienza perfetta per una vacanza estiva!

4
SHARES

Autore

Arianna Bosio

Arianna Bosio

Sognatrice romantica e viaggiatrice insolita con un’irrefrenabile passione per la Francia che ha reso un blog EguardoIlMondoDalMioBlog . Vive tra Milano e Varese con un marito e due gatti ma se potesse avere la macchina del tempo si trasferirebbe in Costa Azzurra, nei ruggenti anni ’30 tra piume, abiti charleston ed un’orchestrina jazz. Il suo film preferito è “Il Grande Gatsby”, Odia volare ma in compenso ama navigare "le crociere mi possono far girare il mondo senza dover per forza avere la testa tra le nuvole"

0 Commenti

Ancora nessun commento!

Al momento non ci sono commenti, desideri inserirne uno?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

Seguici su

Widget Crociere
Ricerca Crociere

Seguici su Twitter

Seguici su Instagram

Crocierissime Instagram
Sorry:

- Instagram feed not found.

Archivi

Categorie